Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Ministero del lavoroEuropean CommissionCittà metropolitana di Roma CapitaleYour first EURES job
Questa pagina è indirizzata a jobseekers

FAQ

Ho già un’esperienza professionale. Posso partecipare a YfEj?

Si, YfEj non è rivolto soltanto a giovani alla loro prima esperienza di lavoro, né a candidati con la loro prima esperienza di mobilità. Se rispetti i criteri di eleggibilità puoi partecipare all’iniziativa.

 

Non sono un cittadino dell’UE ma sono in possesso del permesso di soggiorno, posso registrarmi su YfEj?

No, solamente i cittadini dell’UE + Norvegia e Islanda sono eleggibili per potere partecipare a YfEj.

 

Come posso sapere se il mio CV è stato preso in considerazione per un posto vacante?

Di solito analizziamo i CV di tutti i candidati con un profilo che corrisponde al posto vacante e che rispettano i requisiti. L’informazione circa il settore economico nel quale abbiamo posti vacanti attualmente disponibili è disponibile sotto la sezione Dati e informazioni.  

Assicurati che il tuo CV sia il più completo e aggiornato possibile in modo da poter incrementare le possibilità di essere preselezionato per un impiego.

 

Nel Manuale UE ho letto che Your first EURES job prevede servizi supplementari per giovani con bisogni speciali, è vero?

Si, possiamo offrire un’indennità di trasferimento supplementare. Se hai bisogni specifici contattaci e saremo lieti di darti tutte le informazioni necessarie per attivare la procedura.

 

Ho ricevuto un’offerta di lavoro da un’azienda per un lavoro in un altro paese dell’UE. Posso beneficiare di qualche supporto finanziario di YfEj?

Non è possibile beneficiare del supporto di YfEj se il reclutamento non è avvenuto attraverso YfEj o all’interno della rete EURES.

 

Ho visto una posizione vacante per un impiego in un altro paese dell’UE che risponde al mio profilo. Cosa posso fare?

Puoi contattarci per segnalarci una posizione vacante. Contatteremo noi l’azienda per offrirle la possibilità di usare i servizi per le procedure di reclutamento. Nel caso in cui il datore di lavoro accetti inoltreremo il tuo CV attraverso i nostri servizi.

 

Parlare una lingua straniera è condizione obbligatoria per poter partecipare ed ottenere un impiego?

Per rispondere a questa domanda bisogna esaminare due aspetti:

Da un lato devi considerare che il tuo CV in piattaforma deve essere compilato in lingua Inglese. È importante usare un corretto Inglese poiché sul tuo CV è basata la valutazione del tuo profilo. Pertanto se non parli un buon Inglese ti suggeriamo di chiedere aiuto a qualcuno che possegga un buon livello della lingua. D’altro canto, la conoscenza dell’Inglese, o di qualsiasi altra lingua straniera, non è obbligatoria per poter partecipare all’iniziativa, né è condizione necessaria per ottenere un lavoro all’estero. L’importanza della lingua dipende molto dall’ambito professionale. Per alcune tipologie di lavoro, potrebbe essere fondamentale parlare fluentemente una lingua specifica, mentre per altri sono più importanti altre competenze (per esempio per i lavori tecnici). Ad ogni modo, nella nostra esperienza, la lingua è molto spesso un requisito presente nelle offerte di lavoro; in alcuni casi, come la Germania, è quasi sempre obbligatoria. Considerata la rilevanza della conoscenza della lingua nei processi di mobilità professionale, YfEj offre supporto specifico coprendo parte dei costi della formazione linguistica per candidati preselezionati, organizzando corsi preparatori (preparatory training) e dando supporto finanziario alle PME (Piccole e medie imprese) che vogliano offrire un corso di lingua allo staff assunto di recente (per maggiori informazioni si vedano i servizi di YfEj).

 

Contact us for more information

Segui YFEJ
Punti di contatto YfEj 4.0

         

 

Questo sito internet ha ricevuto supporto finanzario dal Programma dell'Unione Europea Employment and Social Innovation "EaSI" (2014-2020). Per maggiore informazione: http://ec.europa.eu/social/easi. Il suo contenuto riflette soltanto l'opinione del Partenariato e la Commissione Europea non è in ogni caso responsabile del possibile utilizzo delle informazioni ivi contenute.